Nell’ambito del progetto Filiera Eco-Alimentare finanziato da Fondazione Cariplo, Ars.Uni.Vco, capofila del progetto, ha organizzato con il patrocinio di Provincia del Verbano Cusio Ossola, A.S.L. del V.C.O., Comprensori Alpini di Caccia VCO1 Verbano-Cusio, VCO2 Ossola Nord e VCO3 Ossola Sud un corso di formazione specifico rivolto al mondo venatorio inerente la gestione igienico-sanitaria delle carni di selvaggina.

Il corso di formazione (scarica la Locandina Corsi giugno luglio 2015), organizzato all’interno del progetto Filiera Eco-alimentare, si pone l’obiettivo di formare gli appartenenti al mondo venatorio secondo le direttive comunitarie e nazionali e di verificare le disponibilità dei medesimi per una fattiva partecipazione nel processo di costruzione della filiera.

Ars.Uni.VCO ha incaricato lo staff di AlpVet per lo svolgimento delle lezioni, in collaborazione con l’ASL del VCO.

I soci dei Comprensori Alpini della Provincia del VCO, potranno usufruire di TRE SESSIONI GRATUITE ciascuna della durata di 16 ore, in cui il tema cardine del corso è rappresentato dall’etica venatoria nell’ottica del benessere animale, condizione necessaria per ottenere un prodotto di qualità.

Per raggiungere tale obiettivo, l’attività formativa prevede lezioni frontali inerenti: legislazione corrente, valorizzazione del prodotto, aspetti di anatomia e fisiologia degli ungulati selvatici, patologie della fauna con particolare riguardo agli aspetti zoonosici, contaminanti ambientali, modalità di caccia, balistica terminale, gestione delle carcasse. È prevista inoltre una parte pratica volta a illustrare le corrette tecniche di eviscerazione, gestione e trasporto della carcassa verso i centri di lavorazione, soffermandosi in modo particolare sull’aspetto di riconoscimento degli organi e delle eventuali lesioni presenti.

SESSIONE 1 Collegio Mellerio Rosmini – Domodossola
(Martedì 23 a Venerdì 26 giugno 20.00/23.00 e sabato 27 giugno 8.30/12.30)

SESSIONE 2 Collegio Mellerio Rosmini – Domodossola
(Sabato 11 e domenica 12 luglio – 8.30/12.30 e 14.00/18.00)

SESSIONE 3 sala Incubatore-TecnoParco - Verbania
(Sabato 25 e domenica 26 luglio – 8.30/12.30 e 14.00/18.00)

Per informazioni è possibile contattare la dott.ssa Federica Fili, ai seguenti contatti: e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Tel. 0324 482 548.

 

Venerdì 10 luglio, alle ore 20.45 presso il Collegio Mellerio Rosmini a Domodossola, si terrà il seminario dal titolo “Passato, presente e scenari futuri degli ungulati selvatici delle Alpi”, tenuto dal Dott. Luca Pellicioli.

Il seminario, organizzato all’interno del progetto Filiera Eco-Alimentare finanziato con il contributo della Fondazione Cariplo, ha il patrocinio della Provincia VCO, dei Comprensori Alpini di Caccia VCO1 Verbano-Cusio, VCO2 Ossola Nord, VCO3 Ossola Sud, e dell’associazione Park-è, ed è il primo di SEI incontri sulle tematiche affrontate dal progetto.

Oggi il territorio montano è stato investito da profondi cambiamenti ambientali che hanno determinato una serie di modificazione della biodiversità alpina, condizionando anche la presenza degli stessi animali selvatici. Si è assistito negli ultimi decenni ad un notevole incremento di ungulati selvatici affiancato, in alcune regioni, dal ritorno dei grandi predatori e alla nascita di nuove problematiche di ordine conservazionistico.  Nuove sfide quindi ci attendono per sviluppare e proseguire la conoscenza di queste popolazioni di animali selvatici e favorire il mantenimento di un equilibrio con le attività zootecniche ed antropiche fondamentali per la sopravvivenza dei territori montani.

Il seminario è libero e aperto a tutti.

 

Lunedì 2 febbraio, presso il Collegio Rosmini di Domodossola, si terrà la presentazione ufficiale del progetto "La Filiera Eco-Alimentare - Valorizzazione delle carni di selvaggina: la gestione di prodotto sostenibile come strumento di stimolo al miglioramento ambientale dei territori alpini", finanziato dalla Fondazione Cariplo.

Il progetto vede come capofila ARS.UNI.VCO e ha come partner l'Unione dei Comuni dell'Alta Ossola e l'Università di Milano (con i seguenti Dipartimenti: DIVET - Dipartimento di Scienze Veterinarie e sanità Pubblica; VESPA - Scienze veterinarie per la salute, la produzione animale e la sicurezza alimentare ; GeSDiMont - Centro Interdipartimentale di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna).

Supporter di questa iniziativa progettuale sono:

  • Provincia Verbano Cusio Ossola
  • A.S.L. VCO
  • Università Scienze Gastronomiche
  • Associazione Parkè
  • Ente Gestore Aree Protette dell'Ossola
  • Istituto P.S.A.S.R. "Silvio Fobelli" di Crodo
  • ConfCommercio VCO
  • Comprensorio Alpino VCO1 - Verbano-Cusio
  • Comprensorio Alpino VCO2 - Ossola Nord
  • Comprensorio Alpino VCO3 - Ossola Sud

 

La Sezione CAI di Corsico, in collaborazione con AlpVet, propone un week-end di formazione, ma anche di conoscenza e di “presa coscienza” degli aspetti faunistici dell’ambiente alpino. Scopo di questa esperienza è fornire gli elementi di base per una corretta, rispettosa e sostenibile osservazione della fauna selvatica.

Molte persone che frequentano le montagne fanno incontri emozionanti o sorprendenti con gli animali che lì vivono, altre, che sono pure assidui frequentatori degli stessi ambienti, non vedono neanche il muoversi di una foglia!
I primi non sono individui fortunati o particolarmente dotati bensì persone che hanno saputo sviluppare una particolare sensibilità avendo imparato a muoversi tra pascoli, boschi e montagne non solo considerandoli percorsi, o peggio, via obbligata per raggiungere la meta dell’escursione, ma anche e soprattutto come una “casa comune” da condividere con vegetali e animali.

Osservare presuppone conoscere caratteristiche e comportamenti della fauna il che significa conoscere in definitiva l’ecosistema oggetto della nostra osservazione incluse le sue fragilità e criticità.
Criticità cui non è mai estraneo l’uomo, e proprio per questo la proposta ha cercato di minimizzare il disturbo antropico, che l’osservazione inevitabilmente introduce, scegliendo periodi dell’anno dove la fauna conduce una vita più tranquilla ed escludendo quelli con maggiore criticità (ad esempio la stagione degli amori).

Il programma si sviluppa in un fine settimana residenziale (6-7 giugno) da trascorrere presso una struttura ricettiva del Parco dell’Alpe Devero.

 

 

Si è svolto mercoledì 21 Gennaio presso la Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati (Roma) il seminario di presentazione del progetto “Ambiente, Legalità e Lavoro”.

L’iniziativa, realizzata con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, è stata aperta da Maurizio Zipponi (coordinatore del Gruppo di Lavoro) che ha introdotto i relatori presenti tra cui il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

Le idee progettuali presentate sono state le seguenti:

  • Federparchi – Europarc Italia ha presentato proposte per la salvaguardia dell’Orso marsicano;
  • Ispra, Legambiente, Federcaccia, Arcicaccia e AnuuMigratoristi, hanno presentato un progetto per la costruzione del registro nazionale degli ungulati selvatici;
  • L’Osservatorio sulla criminalità agroalimentare nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare, ha proposto un piano per la valorizzazione della biodiversità e il controllo della fauna selvatica;
  • L’Università degli studi di Scienze gastronomiche di Pollenzo con l’Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Scienze veterinarie e Sanità pubblica e la Società italiana di Medicina veterinaria preventiva, hanno curato un progetto per la valorizzazione delle eccellenze alimentari derivanti da pratiche venatorie rispettose della legge;
  • L’Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Medicina veterinaria e Produzioni animali ha presentato un progetto per la costruzione di una governance europea in materia faunistica.

AlpVet ha partecipato alla giornata in quanto ha fornito un contributo scientifico alla stesura del progetto sulla Filiera Eco-alimentare in collaborazione con l'Università degli Studi di Milano e l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

Leggi tutto sul Blog di AlpVet.

Utenti online

Abbiamo 111 visitatori e nessun utente online

Joomla 3.0 Templates - by Joomlage.com